Corsi di scrittura musicale Braille

Musica senza confini organizza corsi, individuali o di gruppo, di scrittura musicale Braille per non vedenti e ipovedenti. A livello di formazione, si possono istituire corsi rivolti anche a docenti di musica e di strumento al fine di acquisire un metodo di insegnamento.

Su richiesta, è possibile si possono effettuare trascrizioni musicali Braille.

MusicaSenzaConfini - Spartito Braille
Esempio di spartito musicale per pianoforte in codice Braille

Cos’è il codice musicale Braille?

Sebbene per un non vedente, l’orecchio musicale sia un buon aiuto per iniziare gli studi musicali, è sempre importante saper leggere e scrivere la musica.
Per i non vedenti esiste la notazione Braille basata sui 64 segni in uso per i testi letterari.
La differenza sostanziale tra la scrittura musicale tradizionale (in nero) e quella Braille è che la prima presenta una veste grafica utile per rappresentare, sulla base della posizione dei segni, il contenuto, il significato musicale e l’andamento ritmico. La notazione Braille deve rappresentare, attraverso il testo scritto in forma lineare (quindi carattere dopo carattere), i tre elementi sopra citati.

I segni della notazione Braille sono identici a quelli che rappresentano lettere e numeri, non c’e’ modo di distinguere note lunghe, pause, accordi, semplicemente scorrendo le dita sulla pagina, occorre una lettura analitica di tutti i segni.
Analizzando la complessità di questo sistema, forse, si comprende il motivo per il quale molti ciechi rinuncino ad imparare questa scrittura. Il Braille però rimane l’unico strumento che permette di rappresentare i brani musicali più complessi in modo dettagliato.

Per maggiori informazioni sulla scrittura musicale Braille, scrivici attraverso il contact-form!

MusicaSenzaConfini - Spartito Braille
Esempio di partitura musicale per batteria in codice Braille